Stampa
PDF
 

 

 

 

 


SARA artista e designer

Sara Belligoli nel 2002 ha conseguito il diploma di Maestro d’Arte e Arte applicata presso l’Istituto Statale d’Arte “N.Nani” di Verona.

Nel 2002 presso CEMB di Milano ha frequentato un seminario di Musico terapia e Arte terapia. L’Arte terapia è stata applicata in attività di laboratorio presso una scuola primaria e nei centri estivi in cui ha prestato servizio come animatrice durante il periodo estivo.

Nel 2003 ha seguito presso il CTA di Verona un corso di progettazione cad.

Nel febbraio 2006 si è laureata in “Design” (progettazione artistica per l’impresa) all’Accademia di Belle Arti G.B. Cignaroli di Verona.

Durante la tesi di laurea ha posto particolare attenzione allo sviluppo sensoriale, emotivo e creativo del bambino attraverso la progettazione di giochi didattici bio compatibili, mirati alla sostenibilità.

Il forte impulso per la progettazione di oggetti, forme, arredi e la combinazione di materiali, le ha alimentato, durante il percorso di studi, particolare interesse per il “color consulting”, che ha potuto sperimentare e mettere in pratica durante un periodo di tirocinio in uno studio di progettazione.

In seguito anche il “food design” l’ha appassionata tramite l’esperienza lavorativa nella gestione commerciale in un’azienda del settore.

Nel 2008 ha prestato servizio presso la “scuola lavoratori” di Verona nel corso per Dirigenti di Comunità come insegnante di disegno tecnico e artistico.

Il desiderio di insegnare è finalizzato alla possibilità di esprimere e trasmettere la passione creativa e sviluppare negli alunni il senso estetico intrinseco alla loro realtà, attraverso svariate tecniche artistiche.

Da tempo sto lavorando al progetto “Tangram”, iniziato nel 2008, un percorso dai molteplici volti, intento a dare valore e continuità alla “vetrina” della mia creatività. “Tangram” perché questo antico gioco implica qualcosa di astruso, cervellotico, un po’ come il complicato e profondo immaginario del mio essere. La parola è composta da “Tan” che ne indica l’originalità cinese (tutto ciò che è cinese è ritenuto per definizione molto antico) e “gram” ovvero segno o immagine. Il suo significato intrinseco racchiude il senso profondo della mia progettualità: facendo tesoro di tradizioni e culture passate per esprimere, attraverso la mia capacità creativa, il senso profondo del mio essere.

Da maggio 2016 Tangram fortifica la sua identità e diventa "Officina Tangram", un nuovo volto, una realtà che concentrerà maggiormente le forze in corsi e dimostrazioni per imparare o affinare le tecniche "hand made".